Per Sgalambro, in memoriam

L’unico modo per rendere omaggio a Manlio Sgalambro, che se è andato ieri, è leggerlo e magari ascoltarlo attraverso Franco Battiato. Aveva tanto da dire, e lo ha detto, è stata una figura particolare, un ponte tra il pensiero e la “strada”, arrivava volendo a chiunque. Adesso non resta che leggerlo e rileggerlo in un Paese che fa della memoria quasi sempre un alibi o un equivoco.


Oliviero Beha, Per Sgalambro, in memoriam in “Oliviero Beha. Il primo blog civico nel segno di Zorro”, 7 marzo 2014 – Collegamento esterno

Precedente Quella voce aspra e diversa Successivo Teologo in musica