Nota

Il “vomito” è la sensazione che ci pone in rapporto con Dio. Questa è la lezione che traiamo da quest’opera. La sua nera tristesse è il suo senso liberatorio.
La nausée di Sartre non nausea così come un trattato di tossicologia non avvelena. Tristesse e vomito invece ci segnano per sempre.


Manlio Sgalambro, Nota in Georges Bataille, W.C. (a cura di Antonio Contiero), Transeuropa, Massa, 2011

Precedente Prefazione a “Un grappolo di rose appese al sole” Successivo La morte del sole