Scherzo in minore


Ferro battuto

Accanto a un platano ingiallito
ti giurai amore per l’eternità
mi risvegliavi un’innocenza preadamitica
e un’immobilità
ma l’uomo non è pietra di tungsteno e cambia spesso proprietà
uccide sempre a tradimento con veleno di invidia e d’infedeltà
e i giorni si cancellano l’un l’altro
e il caldo al freddo si unisce svelto
con mosse da levriero il mio dolore cambia pur esso il suo colore.
Ho visto un lampo illuminare scene del futuro
Gli anni mi dividono in sparse parti
Il numero sapessi lascia tracce.


testo di Manlio Sgalambro – F.B. / musica di Franco Battiato (da Django Reinhardt – Stéphane Grappelli, Minor swing), Scherzo in minore in Franco Battiato, Ferro battuto, Sony Music, 2001

Precedente Lontananze d'azzurro Successivo Il potere del canto