Campi magnetici. 1 num3r1 non 51 possono amar3

Campi magnetici

Una musica per balletto dovrebbe ignorare il ballo. Certa coreografia contemporanea l’ha capito e si è allontanata da tempo dagli schemi descrittivi tradizionali. Il nostro balletto tenta la sorte. Tutto fa parte della danza, anche la parola che qua e là attraversa il territorio scenico. La danza introduce lo spazio in una musica che solitamente si considera soltanto temporale.
Campi magnetici è musica patafisica. Quello che potrebbe sembrare durata, è lunghezza. Quello che potrebbe sembrare tempo, è spazio.
I campionamenti, le voci per i testi di elettrodinamica, le sequenze, e le saturazioni polifoniche, sono il magma sonoro di questo balletto in sette movimenti.

Manlio Sgalambro – Franco Battiato

1. In trance


Voce recitante:
Dormienti in stato di trance perenne
transitano naviganti che non conoscono mare
chi si desta perde il clima della noncuranza.

2. Corpi in movimento


Voce recitante:
… a corpi in movimento ad asimmetrie che paiono non essere aderenti ai fenomeni. Si pensi per esempio alle interazioni elettrodinamiche tra un magnete e un conduttore. Il fenomeno osservabile dipende qui solo dal moto relativo fra magnete e conduttore, mentre secondo il consueto modo di vedere sono da tenere rigorosamente distinti i due casi che l’uno o l’altro di questi corpi sia quello mosso. Infatti, se si muove il magnete e rimane fisso il conduttore, si produce nell’intorno del magnete un campo elettrico di certi valori di energia il quale provoca una corrente nei luoghi ove si trovano parti del conduttore. Rimane invece fisso il magnete e si muove il conduttore, non si produce nell’intorno del magnete alcun campo elettrico, ma al contrario si produce nel conduttore una forza elettromotrice, alla quale non corrisponde per sé alcuna energia…1
Sopranista:
Volatile components for the existence of non-gravitational forces. This structure explains how large parts of a comet.
Voce recitante:
[In una lettera a Frege, Hilbert comunque aveva scritto: “Se io,] come miei punti, penso quali si vogliano sistemi di cose, per esempio il sistema amore, legge, spazzacamino…, e poi non faccio altro che assumere tutti i miei assiomi come relazioni tra tali cose, allora le mie proposizioni, per esempio il teorema di Pitagora, valgono anche per queste cose”. Il retaggio di un universo dotato di senso, nobilmente dato all’intuizione da un’unica matematica e da un’unica geometria, viene sconvolto da siffatta matematica, la quale può asserire qualsiasi cosa e questo universo in quanto qualsiasi.
Sopranista:
Magnetic lines cloud structure in the atmosphere of… in contact with the nucleus may break away trough vaporization causing the fragmentation of nuclei.
Voce recitante:
È la matematica il linguaggio odierno, non le grida scomposte. Essa è il coro dei sopravvissuti. Il “latino” con cui l’uomo d’oggi celebra la liturgia dell’estinzione senza capirci granché. I numeri non si possono amare.

3. Fulmini globulari


Sopranista:
Fulgit item, cum rarescunt quoque nubila cæli.
Quando un temporale mette in moto i fulmini, lampi squarciano le nubi.
Fulgit item, cum rarescunt…2

4. La corrente delle stelle


Voce recitante:
Mentre la risoluzione formalistica della matematica, escludendone l’appartenenza al pensiero, la rende completamente adatta a esprimere proprio per questo la cosiddetta realtà naturale.
È sconcertante, scrive Kant, quanto poco si possa fare con tutto quello che ci offre la matematica pura. Questo poco però, se vogliamo è già molto: è l’idealismo critico. Si può in realtà fare ancora meno. Resta confermato che tanto vi è di scienza quanto in essa vi è di matematica, ma tutto ciò suona ormai irrisione rispetto al significato che aveva in Kant.
Il minimo d’idealismo richiesto dall’ottica fisiologica e dalla psicologia della visione, come dalla matematica e dalla fisica in certe fasi del loro sviluppo, non giustifica l’idealismo. Questo minimum in fisica si riduce oggi a problemi di perturbazione dovuti alla misurazione.3

5. The age of the hermaphrodites


Sopranista:
The age of the hermaphrodites
Voce recitante:
L’abisso originale l’autonomia dell’infertile

6. L’ignoto


Sopranista:
L’eterno mattino
Voce recitante:
I numeri non si possono amare
Sopranista:
Trascina sogni a riva, il timore di sapere che si espia. Ignoti segni la notte.
Voce recitante:
Come un branco di lupi che scende dagli altipiani ululando, o uno sciame di api accanite divoratrici di petali odoranti, precipitano roteando come massi da altissimi monti in rovina: logoi dagli ultimi duemila anni

7. Suoni primordiali
8. La mer

1 da Albert Einstein, Zur Elektrodynamik bewegter Körper
2 da Lucrezio, De rerum natura
3 da Manlio Sgalambro, La morte del sole, p. 73


libretto e partecipazione di Manlio Sgalambro in Campi magnetici. 1 num3r1 non 51 possono amar3 (musica di Franco Battiato), Sony Music, 2000 [Firenze, 13 giugno 2000]

I commenti sono chiusi.