Invito al viaggio



Fleurs

Ti invito al viaggio
in quel paese che ti somiglia tanto.
I soli languidi dei suoi cieli annebbiati
hanno per il mio spirito l’incanto
dei tuoi occhi quando brillano offuscati.
Laggiù tutto è ordine e bellezza,
calma e voluttà.
Il mondo s’addormenta in una calda luce
di giacinto e d’oro.
Dormono pigramente i vascelli vagabondi
arrivati da ogni confine
per soddisfare i tuoi desideri.
Le matin j’écoutais
les sons du jardin
le langage des parfums
des fleurs.


testo di Manlio Sgalambro (da Charles Baudelaire, L’invitation au voyage) / musica di Franco Battiato, Invito al viaggio (con la partecipazione di Manlio Sgalambro) in Franco Battiato, Fleurs. Esempi affini di scritture e simili, Universal Music, 1999

I commenti sono chiusi.