Postfazione a “Mantrana. Un gioco”

Mantrana

Questo è un libro di giochi di pensiero. Mentre il pensiero come gioco, sostenuto oggi da giocatori maladroits, mostra veramente di essere solo questo. I giochi di pensiero costruiti da Jünger sono incontri misteriosi dove si possono evocare quegli incroci astrologici che dilettarono persino Lutero e Melantone. (La loro fu una riforma mediante gli astri). Questi giochi, come per miracolo, fanno apparire tutto il contrario di ciò che visibilmente si propongono: il pensare come la cosa più seria. Un impassibile croupier invita alla puntata. Signori, si pensa. Rien ne va plus.


Manlio Sgalambro, Postfazione in Ernst Jünger – Klaus Ulrich Leistikov in Mantrana. Un gioco, De Martinis & C., Catania, 1995, quarta di copertina

I commenti sono chiusi.